officina mobile

Come scegliere un’officina mobile

Scegliere un’officina mobile non è sempre facile, infatti bisogna scegliere innanzitutto se acquistarne una nuova magari personalizzata oppure una usata. Scegliendo di acquistarne una nuova si hanno molti vantaggi, come la possibilità di personalizzarla a seconda delle proprie esigenze, disponendo i vari strumenti a piacimento. Cosa diversa, invece, se si decide di optare per un furgone officina usato che non si ha la possibilità di personalizzare se non spendendo una cifra consistente. Ovviamente, se si decide di acquistarla usata è sempre consigliabile scegliere quella che si avvicina di più alle proprie esigenze così da dover modificare il meno possibile gli interni.

Dove acquistare un officina mobile nuova?

Per l’acquisto di un officina su ruote sono presenti varie aziende in tutta Italia che sono specializzate in allestimenti per officina mobile. Comprando un officina mobile nuova si ha la possibilità di personalizzarla al 100% a seconda delle proprie necessità e dell’utilizzo che si andrà a fare della stessa. Ad esempio, se si decide di utilizzare il furgone attrezzato per la riparazione stradale di un veicolo bisognerà attrezzarlo con tutto il materiale necessario come compressore, utensili e un buon banco da lavoro. Cosa diversa se si decide di utilizzarlo come officina durante le competizioni, infatti, in questo caso bisognerà installare al suo interno tutto il materiale necessario per la manutenzione del veicolo in gara.

Acquistare un officina mobile usata

L’acquisto dei laboratori mobili va fatta tenendo conto delle proprie esigenze e di quanto si vuole spendere. Sul mercato dell’usato sono disponibili diverse soluzioni, a partire da piccole officine mobili fino ad arrivare a quelle complete per un utilizzo prettamente professionale quale quello in pista o presso grandi centri di autoriparazioni.


come rivestire un furgone

Come rivestire un furgone: la scelta delle pannellature laterali negli allestimenti officine mobili

I veicoli, al loro interno, sono praticamente privi di protezioni: basta infatti un semplice spostamento del carico trasportato per danneggiare la carrozzeria del proprio furgone officina. Per questo è importante proteggerli con sistemi ad hoc come i pannelli, di gran lunga più resistenti e in grado di assorbire gli urti senza danneggiare le lamiere esterne. Ciò è valido per la pavimentazione, la separazione tra il vano posteriore e la cabina guida, il tetto, ma anche per le pareti laterali.

Un efficiente rivestimento laterale salvaguarda le pareti – che sono anche le superfici più soggette al danneggiamento – e il copriruota.

Nel catalogo Mc Servizi si possono trovare tre modelli di rivestimenti e pannellature laterale: tutti della massima qualità e efficienza, hanno diverse specificità. Quello in propilene ha uno spessore di 4mm con struttura a nido d’ape e superficie ruvida. Facile da pulire, resiste bene a corrosione, raggi UV e sostanze chimiche.

I pannelli per rivestimento furgoni in alluminio forato hanno invece uno spessore di 1mm ma – oltre a garantire la massima protezione – hanno il vantaggio di fungere da parete attrezzata grazie al loro foro quadrato. Per finire ci sono le pannellature in materiali combinati con legno: il loro rivestimento bianco è totalmente lavabile e fonoassorbente.


Rivestimento interno per furgoni attrezzati

Rivestimento interno per furgoni attrezzati

I furgoni vengono utilizzati sempre più spesso dalle piccole e grandi aziende per trasportare materiali e oggetti di ogni tipo. In alcuni casi a causa di una frenata brusca o una curva presa male, gli oggetti possono andare a colpire le pareti del furgone, creando non pochi danni. Per ovviare a questo problema sempre più persone decidono di rivolgersi ad aziende leader nell’installazione di rivestimento interno per furgoni attrezzati. In questo articolo andremo a vedere insieme quali sono i vantaggi del rivestimento interno e a chi bisogna rivolgersi per la sua installazione nel proprio furgone.

A cosa servono i rivestimenti per furgoni?

Il rivestimento interno per furgoni attrezzati ha il duro compito di proteggere le pareti del furgone da eventuali urti con la merce che oltre a danneggiarsi potrebbe creare delle ammaccature sul furgone stesso. Con l’installazione del rivestimento si riesce a proteggere sia il fondo, sia le pareti del furgone, limitando al minimo eventuali danni. Esistono vari tipi di rivestimenti interni, da quelli in compensato impermeabilizzato fino ad arrivare a quelli in metallo o in materiali compositi a seconda delle proprie esigenze. I rivestimenti per i pianali dei furgoni solitamente vengono realizzati in gomma o acciaio, che una volta installati restano saldi alla scocca del furgone proteggendola dalla caduta accidentale di oggetti.

Dove installare il rivestimento interno per furgoni attrezzati?

Per quanto riguarda l’installazione bisogna rivolgersi alle aziende leader sparse in tutta Italia. Così facendo si ha la certezza di ottenere un lavoro ben eseguito che duri a lungo nel tempo senza richiedere ulteriore manutenzione nel corso degli anni.


Come è attrezzato un furgone

Come è attrezzato un furgone per le gare in go-kart

Sono tantissimi gli appassionati delle competizioni che scelgono il karting come primo sport. Ciò è dovuto principalmente ai costi ridotti e alla possibilità di poter partecipare a competizioni in giro per tutta l’Italia. Ovviamente per essere competitivi non basta avere un buon go-kart, ma c’è anche bisogno di una buona messa a punta del mezzo. In alcuni casi per fare ciò bisogna avere tutti gli attrezzi a portata di mano durante le competizioni e di conseguenza diventa fondamentale possedere un’officina mobile.

A chi rivolgersi per la personalizzazione del furgone attrezzato?

Per la realizzazione dei laboratori mobili sono presenti varie aziende sia in Italia che all’estero, che mettono a disposizione del cliente una vasta gamma di accessori e strumenti da installare all’interno del furgone a seconda delle proprie necessità. Per le competizioni di karting solitamente è richiesto uno spazio in cui sistemare il go-kart al termine della gara, questo spazio viene ottenuto tramite l’installazione di due pedane rialzate che vengono aperte all’occorrenza e chiuse quando si è in pista.

Di cosa si ha bisogno all’interno di un furgone attrezzato per questa disciplina?

Sicuramente c’è l’esigenza di avere a disposizione svariati attrezzi come compressore, utensili ad aria compressa e un piccolo smonta gomme per la sostituzione dei pneumatici. Inoltre, bisogna possedere almeno un banco da lavoro sul quale eseguire riparazioni o messe a punto di componenti come carburatori ecc. Tutto ciò lo si può realizzare durante la progettazione degli interni, ottimizzando al meglio gli spazi e ottenendo un furgone officina completo in tutte le sue parti.


allestimento interno dei furgoni

Cosa deve possedere una buona officina su ruote

Ogni officina che si rispetti per essere considerata tale deve mettere a disposizione del meccanico tutti gli strumenti necessari per la riparazione di un veicolo. Stessa cosa vale per un officina mobile, in questo caso però ciò non è sempre possibile a causa dello spazio ristretto. Per ovviare a questo problema bisogna installare tutti gli strumenti necessari nel modo giusto così da avere tutto a portata di mano pur avendo lo spazio necessario per muoversi all’interno del furgone attrezzato in sicurezza.

Come allestire un officina su ruote

L’allestimento interno dei furgoni va fatto tenendo in considerazione l’utilizzo che si andrà a fare dello stesso, infatti, se si utilizzerà per la riparazione dei veicoli in panne bisognerà predisporre al suo interno il maggior numero di strumenti e ricambi possibili così da non aver problemi durante la riparazione. La scelta degli scompartimenti da installare nel furgone è importantissima, infatti scegliere degli scompartimenti capienti consentirà di riporre in sicurezza i diversi strumenti. Sul mercato sono presenti vari cassettiere per furgoni che variano per dimensioni e per materiali con i quali sono realizzate. Quelle migliori sono senza ombra di dubbio quelle realizzate in acciaio che resistono bene alle diverse sollecitazioni alle quali saranno esposte.

Quanto costa allestire un furgone attrezzato?

Il costo varia notevolmente in base agli strumenti che si andranno ad installare e al tipo di furgone scelto per la trasformazione in officina mobile. Infatti, maggiore sarà il numero di accessori e maggiore sarà il costo di realizzazione complessivo del furgone.


personalizzazione dell’officina mobile

La personalizzazione dell’officina mobile nelle competizioni

Sono sempre di più le persone che decidono di avvicinarsi al mondo del motorsport. Ovviamente questa disciplina richiede molta esperienza e in alcuni casi anche un meccanico a disposizione durante i week-end di gara. Per ovviare a questo problema molti piloti decidono di acquistare un’officina mobile da portare alle gare per l’eventuale riparazione o manutenzione della moto o dell’auto. Ciò consente di avere a disposizione tutti gli attrezzi necessari per la riparazione del proprio mezzo in completa autonomia.

Come scegliere l’allestimento del proprio furgone attrezzato

Scegliere l’allestimento del furgone per seguire un pilota durante le corse richiede un impegno non indifferente, infatti, bisogna assicurarsi che all’interno del furgone attrezzato ci sia spazio a sufficienza per l’inserimento di tutti i diversi attrezzi e strumenti vari. È possibile scegliere tra diversi allestimenti per furgone a seconda delle proprie esigenze.

La personalizzazione dell’officina mobile

Con la personalizzazione del furgone officina mobile è possibile installare tutte le componenti di cui si ha bisogno per eseguire i vari lavori di manutenzione sul veicolo senza dover ricorrere all’ausilio di un’officina statica, risparmiando tempo ma soprattutto denaro. È possibile installare all’interno del furgone piani di lavoro ribaltabili, cassettiere e tanto altro ancora così da avere tutto a disposizione nel momento del bisogno. In alcuni casi, è possibile installare anche un generatore di corrente ausiliario che permette di utilizzare strumenti alimentati a 220 v come ad esempio compressori e attrezzature per lo smontaggio di ruote e altre componenti del veicolo.


rampa per furgone attrezzato

Officina mobile: come scegliere una buona rampa per furgone attrezzato

Quando si allestisce un’officina mobile bisogna tener conto di tutti gli accessori di cui si potrebbe aver bisogno. Se l’officina viene adoperata per la manutenzione di moto durante le competizioni è consigliabile installare una rampa per facilitare il carico e lo scarico della moto dal furgone attrezzato. Sul mercato sono presenti vari modelli di rampe, da quelle manuali fino ad arrivare a quelle automatiche che si azionano tramite un semplice interruttore.

A chi rivolgersi per l’installazione di una rampa automatica?

Per l’istallazione della rampa per furgone attrezzato è consigliabile rivolgersi a una delle tante aziende leader nel settore degli allestimenti di autocarri. Così facendo si ha la certezza di ottenere un’installazione ben eseguita che consente di utilizzare la rampa in completa sicurezza senza il rischio di malfunzionamenti e guasti. È sempre consigliabile scegliere una rampa nuova, che magari disponga anche di un certificato di conformità.

Qual è la manutenzione necessaria affinché funzioni correttamente?

Per quanto riguarda la manutenzione ordinaria della rampa per furgone attrezzato per il carico e lo scarico della moto, basta prestare attenzione al mantenimento corretto dei liquidi e ad ingrassare correttamente tutte le cerniere così da evitare la ruggine. Per quanto riguarda la manutenzione straordinaria, invece, è consigliabile rivolgersi ad aziende leader nel settore così da essere certi di ottenere un lavoro ben eseguito, evitando di avere problemi in futuro. Insomma, installando una rampa sul proprio furgone officina si ha la possibilità di essere completamente autonomi e di spostarsi trasportando con se la moto e tutti gli attrezzi necessari.


furgone attrezzato

Come scegliere il furgone attrezzato adatto alle tue esigenze

Scegliere il proprio furgone attrezzato non è sempre facile, bisogna tener conto di moltissime varianti e accessori tra cui scegliere. Ovviamente la scelta delle componenti da inserire nel proprio furgone deve essere fatta a seconda dell’utilizzo che si andrà a fare dell’officina mobile. Infatti, a seconda delle proprie esigenze bisognerà optare per determinati strumenti come ad esempio smonta gomme e compressore.

Come allestire un’officina mobile per le competizioni

L’allestimento dei furgoni attrezzati per le competizioni vanno eseguite tenendo conto di tutti gli attrezzi di cui si ha bisogno per la manutenzione della moto o dei veicoli con i quali si corre. Ovviamente a seconda del tipo di veicolo si avrà bisogno di determinati attrezzi. Se si utilizza il furgone per la manutenzione di una moto bisognerà scegliere un furgone dotato di una rampa per facilitare la salita e la discesa della moto dal veicolo.

Come arredare il proprio furgone attrezzato

L’arredo dei furgoni comprende l’installazione di cassettiere e mensole con vari scomparti per riporre comodamente tutti i vari attrezzi in modo sicuro. Le cassettiere e gli armadietti vanno realizzati in modo tale da non aprirsi durante il movimento e di conseguenza, bisogna adoperare dei fermi così da essere sicuri che i cassetti e le ante restino chiuse. Durante l’arredamento del furgone bisogna prestare particolare attenzione al posizionamento delle diverse strutture così da agevolare i movimenti all’interno del furgone. Inoltre, nel caso in cui si utilizza il furgone attrezzato per le competizioni, bisognerà lasciare lo spazio per il carico e scarico della moto.


Cassettiera per furgone attrezzato

Come scegliere la giusta cassettiera per furgone attrezzato

La scelta della cassettiera per furgone attrezzato è importantissima. Infatti, sul mercato, sono presenti molti tipi diversi di cassettiere che variano principalmente per dimensioni e per capacità. Una buona cassettiera deve essere innanzitutto robusta per sopportare tutte le diverse sollecitazioni alla quale verrà sottoposta durante il lavoro, e successivamente capiente così da poter custodire in modo sicuro tutti i vari attrezzi.

Quale tipo di cassettiera bisogna scegliere?

La scelta della cassettiera va fatta tenendo conto anche delle dimensioni che la stessa ha. Infatti, una cassettiera con uno spessore eccessivo occuperebbe troppo spazio all’interno del furgone, limitando i movimenti. Quindi di conseguenza è consigliabile scegliere una cassettiera sviluppata maggiormente in altezza così da riempire bene gli spazi pur lasciando il passaggio libero. Ovviamente scegliendo una cassettiera per furgoni sviluppata in altezza si avranno a disposizione un numero maggiore di scomparti, così da riporre comodamente tutti gli utensili.

Sistemi di sicurezza per le cassettiere

Le cassettiere per furgoni sono quasi sempre dotate di sistemi per la chiusura, così da evitarne l’apertura durante la marcia del veicolo. Questi sistemi sono composti solitamente da un piccolo gancio che si fissa all’interno ed evita l’apertura dei cassetti. Ciò consente di non disperdere gli attrezzi durante la marcia e di tenere il tutto al sicuro. In alcuni casi le cassettiere sono dotate anche di una serratura per un’ulteriore sicurezza soprattutto quando si lascia il furgone attrezzato all’aperto o in luoghi in cui c’è il rischio che persone non autorizzate possano curiosare al suo interno.


Pianale per officina mobile

Pianale per officina mobile: cosa c’è da sapere

La scelta del pianale per l’officina mobile è molto importante, infatti grazie al pianale è possibile livellare il pavimento eliminando eventuali solchi che solitamente sono presenti sui pianali dei furgoni. È possibile scegliere tra una vasta gamma di pianali realizzati con materiali come gomma e poliuretano. Ovviamente a seconda del materiale scelto cambieranno durezza e tipo di forme che si possono realizzare. In questo articolo andremo a vedere come sceglierlo e quali accortezze avere durante il tempo.

Come scegliere un pianale adatto ad un furgone attrezzato per le competizioni?

La scelta del pianale per officina mobile come detto prima va fatta tenendo conto dell’uso che si andrà a fare del furgone stesso, ad esempio, se si vuole adoperare il furgone per un utilizzo prettamente in pista è consigliabile l’ausilio di un pianale realizzato in gomma. Ciò permetterà di attutire eventuali cadute di oggetti e strumenti, inoltre, renderà più agevole la pulizia del furgone in caso di caduta d’olio o di altri liquidi.

Manutenzione del pianale per furgoni

La manutenzione del pianale del furgone non richiede grandi lavori, infatti basterà prestare attenzione a non lasciare viti o oggetti appuntiti così da evitare fori ed eventuali rotture. Successivamente bisogna procedere almeno una volta alla settimana ad un lavaggio accurato del pianale così da mantenerlo sempre pulito. Scegliere un buon pianale oltre a facilitare la mobilità all’interno del furgone, consente di risparmiare non poco denaro rispetto ai più blasonati pianali in acciaio o altri materiali che hanno un costo di realizzazione e di installazione decisamente maggiori rispetto a quelli della gomma o del poliuretano.