Officine mobili

Le officine mobili esistono da quando esistono i veicoli, tali officine permettono ai meccanici di riparare i veicoli direttamente in strada, così da permettere al conducente di guidare sino all’autofficina per procedere con la riparazione definitiva. Esistono diverse tipologie di officina mobile, e si differenziano principalmente per dotazioni a bordo e per tipo di veicolo adoperato per l’allestimento. Ovviamente maggiore sarà la dimensione del cassone e maggiore sarà il numero di apparecchiature e attrezzi che potranno essere installati a bordo.  

Quali sono gli oggetti indispensabili a bordo di un’officina mobile?  

A bordo delle officine mobili oltre ai classici attrezzi come chiavi inglesi e trapano a colonna, non può mancare un buon generatore di corrente e un buon compressore. Infatti, questi due attrezzi permettono di svolgere una miriade di lavori differenti occupando relativamente poco spazio a bordo. Durante l’allestimento di un’officina è possibile inserire a bordo anche altri oggetti come ad esempio un tester per capire se il veicolo ha eventuali problemi elettrici o altro. 

L’importanza di un buon pianale per officine mobili

All’interno delle officine mobili, inoltre, non può mancare il pianale. Questo può essere realizzato con svariati materiali. Solitamente quelli che vengono adoperati maggiormente, sono realizzati in gomma pressofusa. Tale pianale per furgone oltre a permettere di proteggere il pianale del veicolo in lamiera, consente ai professionisti a bordo di lavorare in tutta sicurezza. Ciò è dovuto dalla particolare forma della gomma che permette di drenare acqua o eventuale olio, riducendo al minimo la possibilità di scivolare e di conseguenza rendendo il veicolo più sicuro.