Officine mobili

Officine mobili: sai come personalizzarle?

,Nella fase di allestimento di officine mobili e veicoli commerciali è importante tenere bene in considerazione tutti i fattori che possono contribuire ad un’ottima riuscita del servizio offerto ai clienti. Gli accessori utili ad una corretta funzionalità dei furgoni allestiti sono numerosi ed ognuno ha delle caratteristiche che possono rivelarsi valide in alcune situazioni e meno in altre. Quindi un’officina mobile va realizzata analizzando bene quali elementi siano davvero indispensabili. Oltre alle dimensioni del vano di carico, alla potenza del veicolo, che ovviamente più è alta e più assicura prestazioni di elevato livello, andiamo a vedere altri fattori da tenere in considerazione.  

Officine mobili: tutto ciò di cui hai bisogno a portata di mano

rivestimenti interni per furgoni sono in tanti casi un elemento di fondamentale importanza per la tua officina mobile. I rivestimenti possono essere realizzati in diversi materiali a seconda del tipo di allestimento e dell’utilizzo che si intende fare. Un fattore fondamentale per molti tipi di professioni alle prese con l’allestimento furgoni è la realizzazione della scaffalatura. Questa, infatti, permette di avere tutti gli utensili necessari in posizioni comode, ordinate e a portata di mano. Grazie agli scaffali gli attrezzi possono essere presi e riposti in completa sicurezza. Anche le cassettiere rappresentano uno degli elementi più utili per i professionisti che ricorrono all’arredo di furgoni, vediamo perché.  

Le cassettiere per furgoni 

Le cassettiere che si trovano all’interno dei furgoni vanno realizzate in base alle dimensioni richieste dal cliente. Per una questione di sicurezza, vengono poi ancorate al vano di carico. Sono soluzioni portautensili indispensabili in tutte le officine mobili. La loro flessibilità consente di aggiungere moduli anche in un secondo momento. Inoltre, si adattano perfettamente alle esigenze del cliente, dal momento che possono essere inserite in scaffalature per furgoni di differenti altezze e utilizzate con altri tipi di moduli. 


Officine mobili

Officine mobili: come nascono

Le officine mobili esistono da quando esistono i veicoli, tali officine permettono ai meccanici di riparare i veicoli direttamente in strada, così da permettere al conducente di guidare sino all’autofficina per procedere con la riparazione definitiva. Esistono diverse tipologie di officina mobile, e si differenziano principalmente per dotazioni a bordo e per tipo di veicolo adoperato per l’allestimento. Ovviamente maggiore sarà la dimensione del cassone e maggiore sarà il numero di apparecchiature e attrezzi che potranno essere installati a bordo.  

Quali sono gli oggetti indispensabili a bordo di un’officina mobile?  

A bordo delle officine mobili oltre ai classici attrezzi come chiavi inglesi e trapano a colonna, non può mancare un buon generatore di corrente e un buon compressore. Infatti, questi due attrezzi permettono di svolgere una miriade di lavori differenti occupando relativamente poco spazio a bordo. Durante l’allestimento di un’officina è possibile inserire a bordo anche altri oggetti come ad esempio un tester per capire se il veicolo ha eventuali problemi elettrici o altro. 

L’importanza di un buon pianale per officine mobili

All’interno delle officine mobili, inoltre, non può mancare il pianale. Questo può essere realizzato con svariati materiali. Solitamente quelli che vengono adoperati maggiormente, sono realizzati in gomma pressofusa. Tale pianale per furgone oltre a permettere di proteggere il pianale del veicolo in lamiera, consente ai professionisti a bordo di lavorare in tutta sicurezza. Ciò è dovuto dalla particolare forma della gomma che permette di drenare acqua o eventuale olio, riducendo al minimo la possibilità di scivolare e di conseguenza rendendo il veicolo più sicuro.  


Officine Mobili

Officine Mobili: il perché di tanto successo

Le officine mobili sono sempre più diffuse. Non solo in Italia, dove stanno avendo un vero e proprio boom, ma anche nel resto d’Europa e del mondo. Il perché di un tale successo è facilmente deducibile: velocità di intervento, risparmio su infrastrutture e personale, alta qualità ed efficienza, risparmio in termini di trasporti di pezzi di ricambio, sicurezza di interventi risolutivi. Il tutto a casa del cliente e con tempi di risposta rapidissimi.

Bastano come motivi di plauso per questa nuova frontiera della riparazione meccanica? No, perché accanto a questi pregi ce ne sono molti altri legati all’allestimento dell’officina mobile. Grande efficienza e organizzazione degli spazi di carico dei materiali e dei prodotti, possibilità di usufruire di appositi impianti elettrici, idraulici e pneumatici, allestimento con attrezzature anche molto specifiche che fino a poco tempo fa erano appannaggio solo delle officine tradizionali. Insomma, una vera e propria rivoluzione del mercato che sta portando molti artigiani e imprenditori a convertire la propria attività di riparazione (sopratutto in ambito industriale e agricolo) in una attività di carattere mobile.

Per l’allestimento di officine mobili è il caso di rivolgersi ai veri professionisti dell’allestimento. Solo loro sapranno consigliare il cliente circa il corretto mezzo di base da acquistare e sulla scelta dei materiali migliori da poter adottare per far sì che l’investimento iniziale in un’officina mobile possa garantire i risultati sperati in termini di qualità, servizio e ritorno dell’investimento. Un servizio di pregio, quello offerto dall’allestitore, che potrà solo portare risultati positivi alla vostra nuova officina mobile.


officine mobili

Come generare corrente nelle officine mobili

Quando all’interno di un allestimento officine mobili si necessita di grandi quantità di elettricità, aria compressa oppure serve utilizzare una saldatrice di grande amperaggio, un modo ideale può essere quello di sfruttare la stessa potenza del motore. Con un generatore direttamente collegato al veicolo, infatti, si ottimizzano risorse e spazio, senza perdere in potenza.
Una soluzione comoda che viene installata stesso all’interno del motore e collegata all’albero tramite cinghie. In questo modo la corrente può essere facilmente generata in qualunque veicolo commerciale allestito, senza fornire un grosso ingombro all’interno del vano e senza limitare, quindi, gli spazi adibiti al lavoro.

Due soluzioni adatte a tutte le officine mobili

Per scegliere un generatore elettrico ad aria compressa per le proprie officine mobili serve prima capire di quanta energia si ha bisogno all’interno del furgone. Esistono infatti diverse opzioni più o meno ingombranti, in grado di restituire un differente voltaggio. MC Servizi adatta prevalentemente due diversi generatori: il DYNAWATT 5000 e il MOBILPOWER 20 kVA. Entrambi ottimali per qualsiasi utilizzo sono in grado di esprimere un diverso grado di potenza. Il primo, infatti, sfrutta l’accensione del veicolo e tramite onda sinusoidale è in grado di fornire fino a 5kw di corrente elettrica. Il secondo è il modello più piccolo, più leggero e potente in proporzione. Con un peso di soli 56 Kg può restituire infatti fino a 20 kVA di potenza e può essere applicato, senza problemi, a qualunque veicolo commerciale allestito con presa di forza.